No, questo post non è una becera pubblicità per informarvi che Sam è tornato nei boschi è ora acquistabile sul sito di Alieno e su Amazon.

In realtà volevo parlarvi di Jean-Baptiste Del Amo, scrittore che sto adorando, che è vegetariano, e che ha scritto un romanzo molto crudo sul regno animale. Gli hanno chiesto: lo hai fatto perché sei vegetariano? E lui: “No, io racconto storie, non trasmetto messaggi”.

E invece io trasmetto messaggi. O meglio, lo fa Sam, che un bel giorno se ne va “nei boschi” in barba al lockdown, e all’infarto che rischia di dare alla fidanzata, Serena. Poveraccia pure lei, che sperava di aver trovato un compagno e si è ritrovata un senzatetto filosofo, che ha un problemino con le case… Vabbè, non vi spoilero più niente.

Qual è il messaggio, quindi? Io ve ne butto lì un po’, poi mi dite voi.

  • La salute mentale dev’essere un diritto, non un privilegio.
  • Come la casa, d’altronde.
  • E le famiglie si scelgono.
  • E le piantine trovate in strada si innaffiano, cavolo.

È ciò che ci racconta Sam in questa storia vera, piena di sofferenza e di scoperte.

E sì, vabbè, è anche una storia d’amore.